Swayzak-Dirty Dancing-Cd

Il gradito ritorno del duo inglese degli Swayzak

per la tedesca !K7 si concretizza con l'album

"Dirty Dancing",dopo "Snowboarding In Argentina"

del 1998 e "Himawari" del 2000,senza

dimenticare la recente ben apprezzata

compilazione "Groovetechnology V 1.3".

James Taylor e David Brown colgono

attentamente nel segno con una track-listing

intrigante e complessivamente riuscita,

dandoci dei ragguagli su come sia

possibile concepire musica elettronica

nel 2002,evitando tortuosi percorsi

troppo cervellotici.

Un formato pi tipicamente electro-pop

messo a fuoco con disinvoltura e

risolutezza la chive di lettura

di "Dirty Dancing",immerso in

ritmiche technoidi e rimandi

agli anni '80,sotto l'occhio vigile

di chi attento nell'evitare che ogni

elemento sonoro sia lasciato al caso.

In altre parole l'arte del minimalismo,

che puntando dritta all'essenza di un brano

per la sua migiore riuscita,finisce per

imprigionare in estenuanti 'grooves'

da stendere al pavimento,come accade

nello strumentale "Celsius".

In definitiva i momenti pi sentiti

sono quelli dove le varie voci fungono

da importante sostegno alle canzoni;

tra gli ospiti troviamo Clair Dietrich,

Klaus Kotai,Carl Finlow(Adult) e gli Hedgar.

Ipotetica summa di "Dirty Dancing"

potrebbe essere la strabiliante "Sob 1",

accattivante da far correre i brividi

lungo la schiena con la sua

palpitazione indolente e conturbante.



(!K7/Audioglobe)






by Massimiliano Drommi - 17-10-2002

spedisci questa recensione ad un'amico

commenta questa recensione: vai al forum

 

 
<< ritorna alla homepage

n e w s l e t t e r
Per notizie sempre fresche, barzellette, curiosita' ed altro ogni lunedi. Iscriviti, e' gratis!
p o l l s
Ti piace la nuova homepage?
si, bella e facile nella consultazione
no, un bordello
mah
bella ma lenta
troppi colori


© 2000-2001 MIUZIK.IT Tutti i diritti riservati.

disclaimer | A & R | legal | cos'e' miuzik?| staff/contact us | advertise with us